evaso di prigione e non vede l'ora di ammazzarlo a mani nude

La nostra proprosta di legge elettorale? Anche se non ci avvantaggia, proponiamo il proporzionale che è migliore per gli italiani". Cerasa gli chiede se, allo stato dei fatti, un sistema proporzionale che chieda il 40% e alleanze non sia un Burberry Roma Negozi sistema che impedisca al M5S di burberry roma governare. Di Battista: "E' la prima volta che una forza politica mette al primo posto l'interesse dei cittadini e non quella della forza politica stessa".

In Turchia sono entrati nelle moschee. Adesso potrebbero aver preso di mira uno stadio, un centro commerciale. Non seguono uno schema preciso: il loro intento è soltanto quello di distruggere, annientare gli alleati degli Stati Uniti.. Giù dello 2,49% il Dax di Francoforte. La Germania ha rivisto, secondo le attese, le previsioni di crescita per il 2012 all'1% del Pil: le image stime finora erano invece all'1,8. Madrid perde il 2,5%, Londra l Amsterdam lo 0,39%.

In Grecia, intanto, il governo Tsipras stretto nella morsa dei creditori, che chiedono l della riforma delle pensioni, e della popolazione, che ha scioperato compatta contro i tagli. Ma la risalita della tensione sulla periferia dell si vede anche sul fronte del debito pubblico: lo spread, il differenziale di rendimento tra Btp e Bund tedeschi, si allarga di una ventina di punti base sopra 145 punti, ai massimi dalla scorsa estate. Il rendimento dei decennali torna sui massimi da novembre all sul mercato secondario, ma gli spread di Portogallo e Grecia si allargano ancora di pi I capitali virano verso il Bund tedesco (sinonimo di sicurezza in tempi incerti), portando il rendimento ai minimi da aprile allo 0,22%.

Berlusconi ne è stato l'ultimo terminale. Gelli disse "Con la P2 avevamo l'Italia in mano. Con noi c'era l'Esercito, la Guardia di Finanza, la Polizia, tutte nettamente comandate da appartenenti alla Loggia". E che dire della specificazione che accompagna sin burberry outlet online dal primo numero la testata trasformata in "Non riceve finanziamenti pubblici per cui scusate la grafica" e dell'editoriale compulsivamente anti berlusconiano con il titolo calembour "Nazareno: nano e zar"?Un gran pezzo di satira, quella stessa satira che Il Fatto Quotidiano ha spesso mescolato proprio con Travaglio ai suoi articoli "seri", con il Corriere della Sera che diventava Pompiere con Berlusconi che per la sua generosità con le olgettine veniva ribattezzato Silviomat. Quella stessa satira che Il Fatto Quotidiano ha difeso con la pubblicazione del numero di Charlie Hebdo successiva ai fatti del 7 e del 9 gennaio 2015.Spinoza ha scelto Il Fatto Quotidiano, ma avrebbe potuto citare le altre testate nazionali che sulla difesa di Berlusconi (Libero, Il Giornale e Il Foglio) o sul suo attacco (Repubblica) hanno costruito per anni, in maniera ossessiva e patologica, la propria linea editoriale. L'avvento di Matteo Renzi ha dimostrato che il problema non era limitato a Berlusconi, incarnazione del conflitto di interessi, ma è diventato una patologia della stampa nazionale.
Sign In or Register to comment.